HOME PAGE Chi siamo Contattaci e Partecipa Progetti Opportunità


Condividi  


25 Aprile (R)esiste

25aprileR-esiste

Il “25 Aprile (R)esiste”, è un'iniziativa che nasce da un momento di commemorazione e di riflessione, promossa dal Comitato Cittadino della Resistenza Antifascista della Città di Savona, organizzato da ANPI, Assessorato alle Politiche Giovanili ed Assessorato alla Partecipazione del Comune di Savona.

E' la grande festa della Liberazione, un evento ormai consolidato e costituito da musica, mostre, proiezioni, spettacoli, dibattiti e animazione per bambini, un ricco programma caratterizzato soprattutto da una partecipazione attiva, sia della cittadinanza, sia delle numerose associazioni di volontariato.

L'evento si affianca alle manifestazioni e cerimonie ufficiali che si svolgono annualmente, offrendo alla città di Savona una ricca programmazione che si distingue per la varietà dell'offerta e per la bellissima location, la prestigiosa sede della Fortezza del Priamar.

L'unicità dell'evento è data soprattutto dalla filosofia che ha animato il progetto: la grande partecipazione dei giovani, a partire dalla loro veste di organizzatori; un evento, dunque promosso dai giovani e rivolto ai propri coetanei così come a tutta la cittadinanza.
La risposta in termini di partecipazione di pubblico, nonché mediatica, è stata molto positiva fin dalla primissima edizione, per quello che è stato definito “un evento unico” nella nostra Regione.

Nell'edizione del 2012 l'ospite d'onore presentato sul palco del Raindogs è stato Cisco, ex cantante e autore dei Modena City Ramblers, insignito nel 2011 del premio nazionale dell’ANPI Renato Benedetto Fabrizi per la sezione Arte.
L'edizione del 2013 si è contraddistinta per la partecipazione di Wu Ming 2 con "Razza Partigiana", spettacolo focalizzato sul raccontare di come, dall'Ottobre del 1943, nelle montagne del maceratese, le bande partigiane annoverassero nelle loro fila etiopi, eritrei e somali. Inoltre, hanno calcato il palco principale anche la nota band indie pop bolognese Lo Stato Sociale e il famoso cantautore ligure Zibba. Durante la manifestazione, si è fatta notare anche la mostra di Alex Raso “Parti già? NO”, costituita da pannelli espositivi con fototessere dei partigiani implementati dalla partecipazione di tutti i visitatori, che sono stati invitati a portare le proprie immagini per esprimere la vicinanza agli ideali della Resistenza.
Nell'edizione del 2014 si sono esibiti sul palco principale I Cani, formazione indie pop di fama nazionale fondata dal romano Niccolò Contessa, ma ad attirare tutta l'attenzione è stata la presentazione del libro "Il Combattente. Come Si Diventa Pertini" di Giancarlo De Cataldo, noto scrittore già autore di "Romanzo Criminale" e di "Suburra".
L'edizione del 2015 è stata caratterizzata dall'intenso spettacolo della Med Free Orkestra, ospite, pochi giorni dopo, anche del Concerto del Primo Maggio a Roma e dell'entusiasmante esibizione degli inglesi Heymoonshaker, duo blues/beatbox fra i più noti a livello mondiale.

Dichiara l'Assessore alle Politiche Giovanili Elisa Di Padova: "L'idea di organizzare questa giornata è nata dal gruppo giovani di ANPI Savona, ed è stata poi sviluppata ed implementata all'interno del Tavolo dei Giovani, con la partecipazione di numerosi soggetti ed associazioni aderenti al Tavolo, che si aggiungono a quelli aderenti al Comitato Cittadino per la Resistenza Antifascista nell'organizzazione del programma. E' particolarmente significativo il fatto che i giovani abbiano voluto impegnarsi insieme a noi a tenere vivi i valori della Resistenza e della Libertà. Nel complesso, si tratta di una proposta così ricca – modulata in aree della Fortezza - da permettere a ciascuno di costruire il proprio 25 Aprile.”
Aggiunge Sergio Lugaro, Assessore ai Quartieri, Decentramento e Partecipazione: “Il programma va incontro ai bisogni di svago di tutti i cittadini, anziani e piccoli, e soprattutto va incontro al bisogno di respingere le spinte revisioniste che periodicamente emergono nella nostra città, e non solo”.

In entrambi gli anni, hanno aderito in forme diverse ma animate soprattutto dallo spirito del volontariato più di 40 associazioni o organizzazioni che hanno lavorato per diversi mesi a stretto contatto tra loro, con il Tavolo dei Giovani e con gli amministratori degli Assessorati competenti (Politiche Giovanili e Partecipazione).